Archivi del giorno: ottobre 23, 2010

Il tempo dell’attesa

I caffè si sprecano. Le sigarette pure. C’è una folla di telecamere, microfoni, registratori, colleghi. E tante tante facce nuove, sconosciute. Vengono da fuori città e tutti, me compresa, aspettano che finisca il vertice in Prefettura, tra Bertolaso, Caldoro, Cesaro e i sindaco di Terzigno e Boscoreale. L’argomento è sempre quello: i rifiuti a Napoli e le discariche nel Parco Nazionale del Vesuvio. Il Governo dice che 10 giorni basteranno per tornare alla “normalità”.

È sabato pomeriggio e stasera si esce. Ho addosso un magliettone che va bene anche per andare in pizzeria perché ci sono gli amici che ti aspettano.
In borsa ho anche il trucco. Magari riesco a darmi una sistemata i forse no. Anche a questo, ormai sono abituata: dimenticare che sia sabato, far finta che sia un giorno qualunque e lavorare.
Adesso è il tempo dell’attesa, quando il guerriero fa finta di dormire e sotto al cuscino tiene il coltello.
Il mio coltello è la penna.
L.