Cesaro, Mike, le gaffe e i tic tac

Il presidente della Provincia lo fa spesso: si impappina con le parole, confonde le lettere delle stesse, dice cose strane, ma tutte sono “impottanti”. Ora, un collega, dopo l’ennesima gaffe, l’ha intervistato.  E lui, Luigi Cesaro, detto ‘Giggino ‘a porpetta’, ha risposto che un po’ ci fa e un po’ ci è. E che, quando ci fa, si ispira a Mike Bongiorno (la sua salma, rapita ormai un mese fa, non è stata ancora restituita né i rapitori, quelli veri, hanno chiesto, fino a questo momento, un riscatto)

Credo che l’intervista renda bene il personaggio. Buona lettura

L.

 

Annunci

2 risposte a “Cesaro, Mike, le gaffe e i tic tac

  1. Nooooo l’hanno chiesto il riscatto!!!!
    I rapitori hanno chiesto al figlio Niccolò 300mila euro, e la trattativa è salta all’ultimo momento.
    Una specie di “lascia o raddoppia”, a quanto pare.
    Tutto da rifare, ma il prezzo sarebbe raddoppiato.
    A.
    Ps. Ma avevano scelto la busta sbagliata?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...