Archivi tag: compleanno

Happy Birthday, Velino

Una settimana infernale. Per tutte e due le socie. Sono successe così tante cose che non ricordo nemmeno più cosa sia successo ogni singolo giorno.

L’evento, però, è stata la festa del Velino Campania.  L’agenzia ha compiuto due anni e così hanno deciso di festeggiare.  Noi pensavamo a questa festa da almeno 2 mesi. Il vestito, le scarpe, le calze, il cappotto e le collane. No, non abbiamo tralasciato niente. Tutto era pronto, pensato e curato fin nei minimi dettagli.

La socia, che collabora anche con loro, ha fatto da pr. Quando siamo arrivate, ha visto la lista e ha esclamato: “E’ stata la mia dannazione”. Eh già perché lei l’ha compilata, inserendo i nomi uno alla volta, controllando e ricontrollando con la preoccupazione di aver  dimenticato qualcuno.

“E’ in occasioni come queste che si pesano le persone”, qualcuno a cui vogliamo molto bene ha detto. Noi c’eravamo perché i ragazzi del Velino ci credono in quello che fanno e con loro anche la socia che da poco collabora. Io li ho conosciuti, uno alla volta. A tre di loro, in particolare, voglio un gran bene. Certo, a qualcuno di più.

Tra ‘amici’ e meno amici, colleghi e istituzioni, facce nuove e visi conosciuti, tra “giù le mani dalla socia” e “qualcuno ha fatto acchiappi”, tra “ha visto con quali belle ragazze se la fa suo figlio” e “mica potevo venirci in jeans”, la serata è stata bella davvero.

Io sono stata “solare” e anche un po’ “stupenda”. La socia era fantastica nell’abito blu che aveva comprato per l’occasione. Eravamo finalmente vestite “da femmine” perché gli altri giorni jeans e scarpe basse sono la divisa per andare a lavorare.

L.

Happy Birthday (con Berlusconi)

È stato il mio compleanno.

L’ennesimo compleanno da semigiornalista sfigata, nemmeno precaria praticamente, e se ci penso è uno dei motivi che mi causa ansia. È stato…particolare. Sei una giornalista se gli auguri te li fa mezzo consiglio comunale, se ti chiamano gli assessori. Se il giorno prima esci con le tue amiche colleghe pure se sei distrutta e la socia a mezzanotte inchioda in mezzo alla strada per farti gli auguri. Sei una giornalista se il giorno del tuo compleanno lo passi a correre, come sempre, ma poi il tuo amico – anche lui, ovviamente, collega – decide di accollarsi una noiosissima riunione del Pd per darti una mano. Per la cronaca, nella noiosissima riunione non è successo un cazzo se non che ce la stanno mettendo tutta per perdere pure queste elezioni.

Sei una giornalista se una persona speciale, e per inciso il padrone di casa, arriva per ultimo al brindisi perché stava seguendo Berlusconi che guarda un po’, ha scelto proprio il giorno del tuo compleanno per risolvere l’emergenza rifiuti. Ed è talmente fiero di esserci riuscito che per questo convoca una conferenza stampa alle undici di sera, attirandosi le bestemmie di tutti i giornalisti italiani. Soprattutto le mie, perché poi l’unica cosa che volevo, per un compleanno dal sapore agrodolce, era stare cinque minuti in grazia di dio con alcune persone importanti. La torta con loro l’ho aperta tipo all’una e mezza, i rifiuti sono ancora in strada e io non sono proprio sicura che la soluzione contro l’emergenza sia proprio quella giusta. Napoli non può più sversare a Terzigno (dove non aprirà la seconda discarica). Il termovalorizzatore di Acerra dà ancora problemi e Chiaiano sarà presto piena. E la munnezza dove la mettiamo?

Ah, sei una giornalista anche se i tuoi amici ti regalano un registratore perché il tuo s’è rotto anni fa. E tu sei “un sacco contenta”.

A.