Archivi tag: confusione

Giornata tipo di una targato come il blog

Targato Gs o Cs è non fare altro che scrivere di rifiuti per 28 giorni di seguito e il ventinovesimo, quando arriva la Prestigiacomo in città, devi andare in Consiglio regionale. Convocato a oltranza.

Targato Gs o Cs è dover ascoltare la relazione di Caldoro sulla sanità che dura 40 minuti e finisce con “non sono stato tecnico, per quello, se il Consiglio lo vorrà metto a disposizione gli atti”. E invece non s’è capito niente e impieghi due ore per scrivere perché devi tradurre in italiano, non perché lui non lo sappia parlare, ma perché più tecnico non poteva esserlo.

Targato Gs o Cs è vedere intorno facce che ti dispiacciono, dopo aver preso consapevolezza che certe voci che girano sono state diffuse proprio da queste facce. E tu sorridi, ma in realtà il tuo è un ghigno.

Targato Gs o Cs è quando in sala stampa hanno i pc lenti, hanno bloccato l’accesso a Facebook, non puoi collegarti nemmeno al sito del blog per scrivere un post e il telefono non prende.

Targato Gs o Cs é quando gli uscieri ti prendono per culo perché sei rimasta solo tu e fanno zapping con la tv della sala stampa, facendo battute cretine quando trovano il canale per le hot line.

Targato Gs o Cs è temere che se il Consiglio slitta, il tuo capo ti dica: “Fai in tempo ad andare da de Magistris e Pisapia”.

Non è targato Gs o Cs aver progettato la fuga al mare, domani e dopodomani, e non averlo ancora detto al tuo capo.

L.

p.s.: dieci minuti dopo, ho chiamato in redazione per avvisare della mia assenza di domani. Risposta: “Ok, ma mentre vai, la fai una telefonata all’Asia per verificare le giacenze?”. Va be’, sì.

Annunci

Lesson number one: take the pen on the table

Allora, io ora vorrei dire a tutti, e in primis alla socia, che sono distrutta ed è soltanto lunedì sera.

Non so come arriverò alla fine di questa settimana.

Detto ciò, mentre mangio pane carasau e acqua, vorrei fare alcune osservazioni.

1. I ragazzi della scuola di giornalismo sono preparatissimi sulla teoria e per questo saccenti (socia, non mi volere male ma è così). Poi però sono andati tutti in crisi perché c’era casino mentre scrivevano l’articolo. Questo denota la loro assenza di pratica redazionale, perché è evidente che non hanno mai fatto un’intervista con uno che ha il cellulare che non gli prende mentre gli altri colleghi urlano da una scrivania all’altra , mettono canzoni su youtube e raccontano barzellette, tutto questo in assenza di ossigeno. Giuro, è la normalità.

2. Dio benedica le agenzie. Se all’esame mi esce il processo breve come oggi alla simulazione – ed è evidente che è un suicidio fare il compito sul processo breve – appena consegnato vado in pellegrinaggio a casa di Sergio Lepri.

3. I 15 membri eletti per un terzo dal Parlamento in seduta comune, un terzo dalla magistratura e un terzo dal presidente della Repubblica NON sono quelli del Csm. In realtà non so bene chi siano. Ok, sono quelli della Corte Costituzionale.

4. Puoi fare carta stampata da una vita, ma spiegare cos’è la giustezza è un cacchio di guaio.

5.  Con quello che guadagni non potrai mai iscriverti alla Casagit. (Ovvero: morirai in un fosso).

A.