Archivi tag: raccolta fondi

Servizio pubblico? Ma anche no!

Caro Michele Santoro,

Uso il mio blog per spiegarti perché NON ti darò i dieci euro.

Innanzitutto, con tutta la stima che posso, ma qui c’è la crisi economica e non è che abbiamo i dieci euro da buttare, noi che viviamo di co.co.co. e co.co.pro. e quattro spiccioli al mese, altro che buonuscite milionarie. Statisticamente credo sia più utile scendere di casa, andare al tabaccaio e prendere 5 gratta e vinci da due euro, che magari finisci per guadagnarci qualcosa.

Però sono disposta a un compromesso. Se mi prendi a lavorare con te, io ti dò i dieci euro. Pure venti, va. Chi hai preso a lavorare con te, un’altra volta una Beatrice Borromeo? Perché non metti un bell’annuncio su Monster e crei così la tua squadra, perché non ci guardi in faccia, ti leggi i nostri curriculum, ti rendi conto del culo che ci facciamo ogni giorno per sopravvivere? Perché non metti su una bella selezione trasparente tra tutti i precari italiani che oggi sono costretti ad andare a Firenze per ribadire l’ovvio, e cioè che il lavoro si paga e non può minare la dignità? Sei il depositario della Libertà o no?

Caro Michele Santoro, noi non abbiamo Mamma Rai, né papà Mediaset, e nemmeno zia la7.

Quindi i dieci euro non chiederceli. Se vuoi fare un programma, rischia su te stesso. E i soldi metticeli tu.

A.

Annunci

Too much rain

Dopo l’alluvione in Veneto gli imprenditori della zona si sono ribellati all’indifferenza che avvolgeva la loro tragedia.

“O ci aiutate o non paghiamo le tasse” e via manifestazioni, slogan e contestazioni al premier.

Gli aiuti sono arrivati, è partita una gara di solidarietà che ha visto attivamente coinvolta la Campania, nonostante gli amici del Nord non ci vedano di buon occhio, in genere. Ma i soldi, si sa, non puzzano.

Il Corriere, il tg La7, il Corriere del Veneto hanno dato il via a una raccolta fondi, si aderisce inviando un messaggino. E c’è pure un conto corrente.

Nel Nord Est arriveranno i fondi europei. E pure Angelina Jolie, riferisce il Corsera, sta seguendo la vicenda.

A Sud di Salerno c’è stata un’altra alluvione. I fiumi esondati, gli sfollati, le centinaia di migliaia di persone senz’acqua, le autobotti della Protezione Civile, l’ultima mission ufficiale di Bertolaso nel suo ultimo giorno di lavoro prima della pensione. I tg hanno trasmesso le immagini delle bufale trascinate dalla piena, molte sono morte. Quelle che hanno resistito alla furia del Sele hanno subito un trauma che potrebbe danneggiare il latte. Addio mozzarella Dop.

Quella zona la conosco bene perché lì ho una casa che apparteneva alla famiglia di mia nonna. Il Vallo di Diano s’è trasformato nel Lago di Diano. Strade e strade sono state chiuse, i danni si contano ancora, anche quelli che non finiscono sui giornali.

Ma qui non è partita alcuna gara di solidarietà e sotto l’articolo che parla della tragedia a Sud di Salerno il Corriere chiede un aiuto del Veneto.

A.